.
Annunci online

Non-Rebel with a cause
post pubblicato in diario, il 23 febbraio 2011
Il 1968. Figli del boom economico: ribelli.

2011. Figli della crisi: ...





permalink | inviato da theJungle il 23/2/2011 alle 17:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
The empty House
post pubblicato in diario, il 20 novembre 2010


Giovedì sera nella mia città è stato presentato il film documentario di Cristian Elia e Nicola Sessa sulla storia de La Casa Gialla, un edificio in Kosovo che racconta di scomparse e espianti di organi.

I due giornalisti hanno parlato di come i media (e non solo!) hanno abbandonato quasi totalmente una vicenda tuttora in corso, una vicenda tragica e a noi così vicina.
Con la "fine" della guerra in Kosovo, o meglio dopo le varie "risoluzioni", sono sesseguite continue ed innumerevoli scomparse di civili serbi, che non sono mai state spiegate, ma che si pensano siano da ricollegare a traffico di organi. Il lavoro dei due giornalisti ci presenta i racconti delle famiglie protagoniste di questa tragedia.

Si è preferito dimenticare questa storia perchè le persone che verrebbero inquisite sono oggi nella classe dirigente del Kosovo, ma le madri, le mogli, i figli degli scomparsi non hanno ancora perso le speranza di veder tornare un giorno i loro cari.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. kosovo traffico organi

permalink | inviato da theJungle il 20/11/2010 alle 10:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Non ci staremo lamentando troppo?
post pubblicato in diario, il 17 novembre 2010
In realtà adoriamo lamentarci. Sentirci dire "poverini", "vi capiamo", "che ingiustizia!". In una coppia se vieni tradita sei assolutamente "poverina!!!", ma forse sotto sotto non gliela dava al fidanzato da mesi. Ok, sproloquio a parte, voglio solo dire senza fare riferimenti in particolare che per ogni questione non c'è chi ha colpa assoluta. Se si è in 2 la responsabilità o la colpa è di entrambi, tanto piu' se si è in 3 (come affermerà Mellissa P. nel suo ultimo libro immagino).

Usciamo dai nostri confini: questione israelo-palestinese. Forse piu' di tutti è l'esempio maggiormente ecclatante (anche tragico come pochi purtroppo) di quello che sto cercando di dire. Chi ha la colpa? forse tutti o forse non c'è neanche una colpa, semplicemente ingiustizie e terrori che ormai da anni cerchiamo di responsabilizzare a qualcuno credendo sia la miglior strada per giungere a una soluzione.

Scusate l'esempio un po' forte ma ieri ascoltavo il botta e risposta tra Saviano e Vittorio Arrigoni (forse non ne siete tutti a conoscenza, prossimamente approfondiro' la questione).

In italia oggi se il sistema è in pericolo, è fragile e non va piu' avanti, non funziona piu', potrebbe anche essere un po' colpa nostra, oltre che di tutti gli altri. Non aspettiamo come in tutte le cose di trovare un colpevole e un martire: non ci sono! Siamo tutti un po' martiri e un po' colpevoli sicuramente e forse riflettendoci su basterebbe mettersi a tavolino con davvero l'intenzione di trovare delle possibili soluzioni e INSIEME mettersi a lavorare per guarire le ferite e salvare il PAESE PIU' BELLO DEL MONDO!

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. di chi è la colpa

permalink | inviato da theJungle il 17/11/2010 alle 8:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
"ULTILITA'" di Vieni via con me
post pubblicato in diario, il 16 novembre 2010

Questa notte mentre non dormivo pensavo alla seconda puntata della discussa Vieni via con me(forse è per quello non prendevo sonno). Un esempio di BUONA TV e record di ascolti per Rai3. Incredibile! Al sig. grande fratello è andata male ma come mai gli italiani hanno finalmente preferito un programma di contenuti? chi in realtà l'ha ascoltato? Un'improvvisa necessità il lunedì sera di ascoltare riflessioni sulla nostra società, invece che lacrime e figaccione che di solito appassionano il caro popolo ascoltatore? Io non mi illuderei. Credo che questi ascoltatori (tanti!) siano quelle persone che già sanno già dell'esistenza di tutti i problemi che vengono presi in considerazione da Fazio, che non li ignorano e che sanno della necessità di doverli combattere il prima possibile. 
Ma per combattere questi problemi bisogna sensibilizzare anche chi "ignora"!!!! E sono assolutamente convinta che chi preferisce "ignorare" e chi CREDE di sapere, ieri sera non ha acceso Rai3.
C'è chi ascolta telegiornali e crede di essere informato a sufficenza, c'è chi non si rende conto di certe situazioni: quando parlo di mafia al nord, di corruzione nella politica (in tutta e non solo in quella!), di giovani che non trovano lavoro, di cultura e istruzione violentate, molto persone mi guardano come se stessi parlando di fantascienza. Mi rendo conto che siamo ancora in troppi a non avere la minima idea della situazione del nostro bel paese e la cosa che mi fa arrabbiare è che mi sento spesso dire che parlando di certe cose "si sta esagerando", che è "autodistruzione", che non ho "problemi a cui pensare" e che "è ovunque così!". E allora queste persone dovrebbe approfondire la loro informazione. Ma finchè non senti la necessità di sapere e di approfondire (questa necessità da dove nasce?),non inizierai a farlo di certo accendendo un programma considerato da questi "esagerato", "di parte", addirittura "comunista".

E quindi? e quindi una parte di italia continua ad incazzarsi e preoccuparsi sempre di piu', e l'altra parte continua a vivere nel suo mondo fatto di quotidianità. E quindi? se appartieni al primo caso ti consiglio o di non accendere piu' la tv (starà meglio il tuo fegato!) e come dice il nostro Cavaliere di "non leggere i giornali".. oppure di parlare di queste cose, iniziando dai tuoi famigliari, parenti e amici, anche a costo di passare noioso e petulante. Qualcuno inizierà a farsi delle domande in piu'.

Riflettete.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Vieni via con me

permalink | inviato da theJungle il 16/11/2010 alle 13:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
..e allora faccio anche io un blog!
post pubblicato in diario, il 16 novembre 2010
 Buongiorno a tutto il popolo del Cannocchiale,

Non mi presento perchè potrei non essere interessante.
Ci tengo a farvi presente che appartengo alla vasta categoria dei famosi "giovani in cerca del proprio futuro", quindi potrete immaginare cosa aspettarvi da questo blog: riflessioni, pensieri, paranoie, paure, rabbia (ultimamente tanta!), ideali e idealismi, problemi e improbabili soluzioni.

Perchè scrivere un blog? perchè ho appena trascorso l'ennesima notte insonne tra mille pensieri su questa nostra Italia e iniziare a condividerli assieme a voi potrebbe essere una buona cosa, sia per me che per voi.



permalink | inviato da theJungle il 16/11/2010 alle 9:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia novembre       
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca